Alpini in festa per il 90° anniversario della fondazione

90alpiniUn fine settimana bagnato in valle Bognanco, ma con gli alpini  in festa per il loro  90° anniversario di fondazione. La pioggia non ha modificato il ricco programma che è partito già al sabato pomeriggio con la deposizione di omaggi floreali ai monumenti ai caduti di Monteossolano e San Marco e alla sera, presso la chiesa parrocchiale di San Lorenzo, con l’esibizione del “Coro A.N.A. Sezione di Domodossola” e del “Coro femminile Calicanto” diretti entrambi dal prof. Salvatore Sciammetta. Chiesa piena come sempre, quando ci sono grandi  appuntamenti e applausi generosi per le esibizioni dei cori e poi ancora fragorose e spontanee battute di mano per  i ringraziamenti ufficiali, fra i quali anche alla sezione alpini di Omegna, intervenuta a Bognanco in massa durante l’alluvione del 2000.  Riconoscimento speciale  alla pittrice Laura Bonseri di Trontano che ha presentato, per la prima volta al pubblico, la sua opera artistica commissionata dal maestro Sciammetta e da esporre nella sede del Coro Ana di Domodossola. Il quadro, dipinto a olio su tela, rappresenta un volo maestoso di un aquila senza confini che sorregge sulle sue ali il coro mentre canta.

Raduno Annuale Alpini Bognanco

Gli Alpini di Bognanco in uniformeIl Gruppo Alpini di Bognanco, si prepara al Raduno Annuale e Pranzo Sociale e, nell’occasione, festeggiare  anche il 90° di fondazione (1926-2016) proprio  in questo mese di aprile.
Il programma prevede:
sabato 16 aprile alle ore 15, la deposizione omaggio floreale al Monumento ai Caduti di Monteossolano;
ore 17.30 deposizione omaggio floreale al Monumento ai Caduti di San Marco;
ore 21 presso la chiesa parrocchiale di San Lorenzo, concerto del Coro A.N.A. Sezione di Domodossola e del Coro femminile CaliCanto, diretti dal maestro Salvatore Sciammetta.
Domenica 17 aprile alle ore 9.30 ricevimento autorità ed alfieri in Piazza G.G.Galletti a San Lorenzo;

Progetti per il comune

Remigio Mancini thE’ un treno in corsa il sindaco di Bognanco Remigio Mancini, incontrato l’altro giorno per una intervista lampo.

Signor Sindaco, cosa bolle in pentola nel Comune in questo periodo?

« Un sacco di cose ».

Ad esempio?…

«Realizzeremo molto presto la sistemazione del parcheggio di San Bernardo con una nuova pavimentazione e barriere in legno per una spesa di circa centomila euro e sistemeremo anche il tratto di sentiero che da San Bernardo va al Rifugio Gattascosa, con posa di nuova segnaletica e nuovi cartelli per una spesa di circa trenta mila euro. E poi, grazie alla Regione, sono imminenti degli interventi per contrastare il movimento franoso ancora in essere nella zona di Graniga e San Lorenzo».

Altro?

Soccorso a Bognanco

Soccorso alpinoUna cosa giusta i due ragazzi rimasti intrappolati  nella neve fresca, domenica scorsa su all’Alpe Paioni, l’hanno fatta; essere ritornati in baita. E i complimenti finiscono qui.

Da giorni le tv davano un fine settimana con abbondanti nevicate e l’Alpe Paioni si trova a 1750 metri s.l.m. Una mezzoretta a piedi dal parcheggio di San Bernardo, in condizioni normali, ma domenica sera c’era oltre un metro e mezzo di neve fresca e gli uomini del Soccorso alpino hanno impiegato più di un ora e mezza a raggiungere la baita, con gli sci ai piedi e le pelli di foca,  dopo che il padre di uno dei ragazzi, non vedendoli arrivare,  ha dato l’allarme.

Un russo a Bognanco

DmitrijE’ una primavera nuova quella che si sta avvicinando in valle Bognanco. Una primavera di nuove prospettive e di nuove speranze.  C’è frenesia nell’aria e le associazioni, su invito della pro loco, si sono già  incontrate in un unico tavolo per pianificare il nutrito calendario delle manifestazioni 2016. A quell’incontro si è presentato anche il russo Dmitrij Shkrunin, nella sua veste di nuovo proprietario dell’albergo Villa Elda e di conseguenza nuovo operatore turistico della valle.

33a sci alpinistica del Monscera

atleta thIn questo inverno scarsissimo di neve, molte gare sono state annullate. Non la 33a sci alpinistica del Monscera che si è svolta regolarmente domenica scorsa in valle Bognanco. Diciamolo però: è andata bene. Basta pensare che alle partenza (ore 8) da Vercengio (1300 m.s.l.m.) c’erano +8 gradi;  alle 8.15 al  passaggio da San Bernardo (1630 m.s.l.m.) c’erano  + 10 gradi e nella conca del Monscera, dove si è svolto il Tour, una inattesa aria calda  bruciava via la neve ogni minuto.

 

Mappe dei sentieri

Manifestazioni

Marzo 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Chi è online

Abbiamo 145 visitatori e nessun utente online