Lutto

virgilio della bianca“ …Mi seppellirai, lassù in montagna, o bella ciao, bella ciao… bella ciao, ciao, ciao…”

Questo è il canto che ha accompagnato al cimitero  Virgilio Della Bianca, classe 1925, deceduto venerdì scorso a Torino, nella sua abitazione  in C.so Duca degli Abruzzi  e seppellito  lunedì  8 giugno  “…lassù in montagna…” a San Lorenzo a 950 m.s.l.m.. “ O partigiano, portami via… che mi sento di morir….” Lui, che il partigiano aveva iniziato a farlo  per davvero a soli 17 anni. Lui, che  fu preso prigioniero e scampato solo  per un colpo di fortuna  alla fucilazione,  aveva sempre questa canzone nel cuore ed ogni volta che si trovava con amici, la intonava  sorridendo e tutti gli andavano  dietro.  Ah, che belle cantate alla Croce…

Gomme bucate

gomma bucata«A Camisanca, son ritornati i fantasmi». A dirlo, è Antonio Morandi di Cislago in provincia di Varese che si è ritrovato sabato scorso la sua auto con  tutte le quattro gomme bucate. «C’erano parcheggiate tre  macchine lì, sulla curva – ha detto -  ed hanno bucato le gomme solo alla mia. Le sembra una cosa normale?».

Perché la storia dei fantasmi?

«Eh… perché la stessa cosa era già successa vent’anni fa. Vengono, colpiscono di notte e non a caso. Sanno a chi fare il danno…».

E come mai proprio alla sua auto?

«E chi lo sa… Forse perché, qualche volta, quando vedo delle opere che danneggiano la comunità, vado a reclamare».

 

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO

Stagnai in Francia

livre italiens thArmetta, Baiettini, Bragoni, Casetti, Castellano, Croppi, Giovangrandi, Lauretta, Mosoni, Pellanda, Tioni, Zoppetti, sono solo alcuni dei cognomi  di Bognanco, Monteossolano e Cisore che si  possono  sentire  ancora oggi a Lione in Francia. Fu, molto probabilmente, nel 1600 l’inizio di questa migrazione. Molti fuggirono dalla peste che falciava la popolazione delle vallate ossolane e molti  son partiti anche solo per cercare  fortuna. Qualcuno la trovò; altri un po’ meno.

Pro Loco Val Bognanco

logo valbognanco Dopo aver svolto una prima assemblea generale, su richiesta di alcuni  soci, l’ex presidente della pro loco Gianluca Paglino,  ha  dovuto convocare  una seconda  assemblea straordinaria, che si è svolta nella sede della pro loco a Bognanco Fonti venerdì scorso,  per chiarire alcuni aspetti  circa la  passata gestione.

Viene presentata subito  una lettera  di dimissioni di Giovanna Rodari, che aveva svolto la mansione di tesoriere nel  precedente triennio… «… e  queste sono le mie dimissioni – ha detto Paglino, sventolando un altro  foglio - se questo è il volere dei soci».

Lino Tanzarella, storico collaboratore della  pro loco,  ha contestato vivamente  l’operato dell’ex presidente Paglino ed alla fine ha abbandonato la sala, non trovando la giusta soddisfazione nelle risposte date. Anche Fiorenzo Possa (Gimbo), già resosi disponibile a far parte del  nuovo consiglio,  si è dimesso, non soddisfatto del clima venutosi a creare.

Maria Rovina

Maria Rovina«Ho Conosciuto mio fratello Emilio, ventitré anni più vecchio di me, quando avevo dieci anni, perché era rimasto  prigioniero in Marocco e venne liberato solo dopo l’ultima guerra».

Queste sono le prime parole che Maria Rovina dice quando, su mia richiesta, finalmente si siede.  Era tempo che volevo incontrarla, ma Maria è sempre di corsa… La si incontra per Domo col suo passo veloce ed allo stesso modo cammina sulle montagne. Ha sempre premura ed anche adesso che siamo seduti, tranquilli (per modo di dire), lei sta su mezza sedia,  pronta ad alzarsi per andarsene…

«Stà chi zia. Dunt ti vei..». (Stai qui zia, dove vai…)  Le dice la nipote Emma  pregandola di  stare seduta e continuare a raccontare  i suoi  bei tempi passati.

Dialetto

Giancarlo Darioli Era ormai arrivato alla fine del suo appassionante  racconto Giancarlo Darioli di Graniga classe 1927, quando vien fuori a dire: «….ma cul lì a l’era maima un argnam…».

Cosa? Argnam!  E cosa significa?

«Eh, possibile che non sa cosa sia un Argnam…».

No, non lo so… Cos’é?

«Argnam è un tipo minuto, piccolo…».

Io sapevo MALSTRASNC…

« No, è’ diverso, maltransc è uno pieno di acciacchi e con una postura non eretta..».

FAGNAN…?   «Fagnan è un individuo che finge…».

Oh bella!| Ne ricorda altri?

«Come no…

LIGUZUN…     vagabondo

BLANSCIUN…   uno  che fa vedere di essere chissà chi ed invece è niente…

BALABIOT…    individuo che ha poco credito…

ARIMARI…     uno grande e grosso…

 

Mappe dei sentieri

Manifestazioni

Agosto 2016
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Personaggi - G. G. Galletti

Gian Giacomo Galletti
Immagine a cura di http://www.somsdomo.it/