La settimana scorsa, abbiamo parlato dei bivacchi in altamontagna che si possono utilizzare solo per le emergenze, ma il tempo scorre e con il mese di giugno, possiamo parlare finalmente di aperture ed i primi in valle ad aver riaperto, con i dovuti accorgimenti, sono la Locanda Rossi in piazza a San Lorenzo ed il ristorante Da Cecilia a Graniga. Anche i rifugi San Bernardo e Il Dosso, hanno riaperto, mentre il rifugio Gattascosa, che ha avuto qualche difficoltà a liberare la strada dalla neve, aprirà solo da questo fine settimana. «Quest'anno sarà dura - dice Graziella Maccagno del Gattascosa - specialmente per i pernottamenti, ma noi cercheremo di fare, come sempre, il nostro meglio».

Il rifugio Alpe Laghetto, gestito dal CAI di Arsago Seprio (VA), resterà chiuso per tutto il mese di giugno e luglio e così si avrà modo di completare i lavori di adeguamento e di miglioria, già avviati lo scorso anno.

Il Camping Village Yolki Palki, riaprirà a giorni, con qualche limitazione, mentre per le altre strutture turistico ricettive, in località Fonti, si dovrà aspettare ancora fino a metà mese «e chissà mai che cambierà qualcosa» dice Daniele Possa dell’albergo Regina, anche lui deciso in ogni modo ad aprire al più presto.

Per quanto riguarda il centro Benessere Oniro e la piscina all’interno del parco termale, è ancora tutto incerto e per il momento rimane chiuso.

 

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO


Miscellaneo

Chi è online

Abbiamo 47 visitatori e nessun utente online