Un consiglio comunale composto da una maggioranza femminile, si è insediato lunedì alla presenza di un folto pubblico. Dopo i ringraziamenti di rito da parte del nuovo sindaco, circa la vecchia amministrazione, si è passati all’ordine del giorno.

La Giunta

Dopo il giuramento e la conferma della Giunta già dichiarata in precedenza e che vede quale vice sindaco Davide Bonacci e assessore Fabrizio Maccagno.

Le Commissioni

Al terzo punto dell’ordine del giorno si è votata la commissione elettorale, composta da Alessandra Tino, Carlo Grossi per il gruppo di maggioranza e Beatrice Pellanda per la minoranza, mentre per quanto riguarda la Commissione dei Giudici Popolari, oltre al sindaco, che è figura d’obbligo, sono stati nominati Monica Mancini e Danilo Failla.

Il programma

Al quinto punto, il sindaco ha elencato i cinque argomenti dove l’amministrazione porrà la maggiore attenzione nei prossimi cinque anni e questo è l’elenco in ordine di proclamo: Frazioni; Associazioni; turismo, sentieri e bandi/investimenti. Il punto è passato con solo i sei voti della maggioranza, perché l’opposizione si è astenuta.

Le deleghe

Il sindaco Valentini, ha poi elencato alcune deleghe per i consiglieri, precisando poi, dopo il consiglio, che si tratta non di vere deleghe, ma di incarichi formali per distribuire meglio i compiti ad ognuno. Davide Bonacci ovviamente, dato la sua professione, terrà i contatti con la sanità, Fabrizio Maccagno avrà il compito di coordinare il servizio neve ed il contatto con le frazioni, Elisabetta Valentini si occuperà di tenere i rapporti con il CISS, Carlo Grossi, è l’incaricato per la rete sentieristica, Monica Mancini ed Elisa Balzani si occuperanno di turismo e Alessandra Tino, oltre che essere stata nominata capo gruppo, avrà l’incarico di curare i temi relativi ai servizi sociali. Il sindaco comunque, avrà la visione su tutto.

La minoranza

Per ultimo, il gruppo di minoranza ha chiesto la parola ed il capo gruppo Danilo Sebastiano Failla, ha ammesso la vittoria schiacciante del sindaco Valentini e di tutto il suo gruppo, manifestando però, con dispiacere, il rammarico per la mancata innovazione della amministrazione, così come è avvenuto invece a livello nazionale.

Il sindaco, pur non approvando completamente l’intervento di Failla, ha ringraziato la minoranza per i toni distesi e la volontà espressa di collaborare sui programmi e sulla attività amministrativa per il prossimo quinquennio, rendendosi altresì completamente a disposizione per qualsiasi chiarimento e delucidazione che si rendesse necessaria.

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO


Miscellaneo

Chi è online

Abbiamo 466 visitatori e nessun utente online