Il sole che per diverse settimane è rimasto dietro alle montagne, è finalmente ritornato ad illuminare l’antica frazione di Prestino dove 155 anni fa una ragazza scoprì per caso “l’acqua gazosa”; una delle miracolose sorgenti dell’acqua frizzante. Siamo quasi fuori dall’ inverno e come un orso che si sta risvegliando, dopo il suo letargo, qualcosa a Bognanco Fonti inizia a muoversi. E tempo di pulizie e di aprire le finestre per far entrare l’aria fresca e pulita nelle case e negli alberghi.

Non hanno invece mai smesso di muoversi durante tutto l’inverno, la piscina ed il centro Òniro all’interno del parco termale, che continuano a far crescere interesse e curiosità fra gli amanti del benessere. Così come su in alta valle non hanno mai smesso di operare i rifugi Gattascosa e Il Dosso, avvantaggiati quest’anno anche da abbondanti nevicate.

Bognanco è una piccola valle con numerose ed interessanti attività legate principalmente alla salute, al relax ed al divertimento. I pochi residenti hanno a disposizione, in proporzione, un numero elevato di strutture ricettive, ma ce né una che è a rischio di apertura. In località Fonti, lo storico bar Cinema, se non si presenta qualcuno interessato a prenderlo in gestione, rischia di rimanere chiuso e per i bognanchesi, sarebbe una perdita molto dura da accettare.

«Siamo disposti darlo in affitto per un prezzo simbolico – fanno sapere dalla proprietà – l’importante è vedere il bar in piazza aperto e funzionante visto che, per la sua strategica posizione, è anche un punto di riferimento e ritrovo per tutti i bognanchesi».

Anche la pizzeria sulla salita degli alberghi aspetta un nuovo gestore, così come è per l’albergo Panorama a Graniga. Le richieste di affitto a quanto sembra sono modeste e le opportunità di lavorare molto concrete.

Ma siamo sicuri che c’è così tanta disoccupazione in giro?

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO


Miscellaneo

Chi è online

Abbiamo 165 visitatori e nessun utente online