OniroLa scorsa settimana ha nevicato fin giù nel fondo valle e la neve lo sappiamo,  copre e nasconde ogni cosa; bella e brutta che sia. Approfittando  di questa magica atmosfera, risalendo la valle, mi sono spinto all’interno del Parco delle Fonti, attirato da quelle luci che riflesse dalla neve illuminavano a giorno piante e cespugli nella loro veste invernale. Il venerdì sera il centro benessere Oniro  è aperto fino a tardi e trovandomi lì,  mi è venuto  un tremendo bisogno di caldo. In pochi minuti ero già di sotto a rasentare le ampie vetrate che si affacciano sul Bogna con la neve che ricopriva i suoi sassi e l’acqua che scorreva a valle. Il piacere del caldo si  stava concretizzando, ma è diventato sublime quando mi sono immerso nella piscina. Ho condiviso in modo discreto l’acqua calda con alcune persone che alternavano le immersioni in piscina con gli altri servizi del centro benessere. Io volevo solo soddisfare, dopo una giornata di stress e lavoro,  quel piacere di stare al caldo quando fuori la neve sosteneva e diceva  il contrario.

Mi muovevo nell’acqua copiando  un po’ quello che facevano gli altri… prima sotto il doccione che ti batte piacevolmente sulle spalle ed il collo e poi nella vasca idromassaggio a sballottare tanto  che ti sembra di essere un cecio nella pentola a pressione. Guardi l’orologio appeso al muro e ti rendi conto che il tempo passa  anche se  le lunghe sere d’inverno non finiscono mai. Ti prepari ad abbandonare questo luogo speciale di relax e benessere e ti rendi conto che hai provato un piacere meraviglioso, secondo solo al quell’altro piacere; quello che non sempre viene apprezzato, ma che non ha rivali; arrivare a casa e trovare il calore della casa e di chi ti vuole bene.

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO


Miscellaneo

Chi è online

Abbiamo 328 visitatori e nessun utente online