Tour del Monscera 2016

monscera 2016 1 thLa 33° Scialpinistica dell’Alta Val Bognanco è qui. La neve ancora non del tutto, ma  lo Sci Club Bognanco e l’intero  staff organizzativo è fiducioso e dice che tutto si svolgerà come da programma.

Domenica 21 febbraio quindi, condizioni di neve permettendo, ci sarà  il Tour del Monscera. Una gara FISI individuale a tecnica classica con tratti ripidi e tecnici di salita, discesa e creste attrezzate. Le iscrizioni, rigorosamente on-line, entro venerdì 19 febbraio utilizzando il sito www.wedosport.it. Costo iscrizione euro 35 che comprende, oltre alla partecipazione, il pacco gara, pasta party con prodotti locali ed il pranzo della domenica. Il Tour del Monscera è una gara in calendario nel circuito di Sci Alpinismo International ski tour.

La partenza e arrivo sono previste a San Bernardo (1630 m.s.l.m.) ed il percorso è ambientato nella splendida conca del Monscera con una prima lunga salita fino al cima  Dosso (2562 m.s.l.m.), discesa all’alpe Paione e nuova salita fin sopra al lago di Agro con  spettacolari passaggi in cresta. Da qui sci ai piedi, si scende in mezzo al bosco di larici e si sale fino alla punta Mattaroni, passando dal rifugio Gattascosa per poi affrontare la lunga e classica  discesa che porta a San Bernardo passando dal piano Rido Rosso.  Ospite della manifestazione Franco Collè, vincitore del Tor des Gèants 2014. Alla conferenza stampa erano presenti anche gli organizzatori della prossima sci alpinistica della valle Anzasca che si svolgerà a Macugnaga il 10 aprile con un tracciato speciale per dare spettacolo e che prevede l’arrivo nella piazza principale del paese. Aldo De Gaudenzi rappresentante del Lenzi Fan Club e dello Sci Club Valle Anzasca ha assicurato che il loro campione Damiano ed il Rosa, garantiranno il successo della manifestazione.

Tour del MonsceraDario Darioli, vice presidente dello Sci Club Bognanco, ha voluto precisare che la scelta di condividere la presentazione del Tour del Monscera anche con lo staff della valle Anzasca che organizzerà la sci alpinistica alle pendici del Monte Rosa, è per lanciare un grandioso messaggio di condivisione generale delle passioni sportive e dei valori che circondano il mondo dello sport.

Una passione che non ha mai smesso di pulsare nemmeno a  Mario Galletti e Luigi Valentini, ultrasettantenni, presenti alla conferenza stampa e vincitori di numerose  gare di sci alpinismo nei primi anni sessanta. Gare che forse nulla avevano a che fare con le super competizioni di oggi, per quanto riguarda le attrezzature, ma se parliamo invece di passioni ed emozioni, possiamo dire che nulla è cambiato. Oggi come allora, organizzatori ed atleti vivono e fanno vivere piaceri e brividi difficili da dimenticare.

 

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO


Miscellaneo

Chi è online

Abbiamo 117 visitatori e nessun utente online