Barriere

GUARDRAIL BOGNANCOSalendo la valle, sulla strada provinciale, troviamo sul lato destro una barriera classica, conosciuta anche con il nome di “guardrail”, costituita da montanti verticali posti ad interasse variabile e collegati da un nastro in lamiera robusta a doppia onda con un mancorrente in alto,  poi più avanti incontriamo la stessa barriera, ma senza corrimano. Si percorre la strada in salita ed il guardrail cambia ancora forma; adesso è più alto, a tripla onda e nella parte inferiore è collocata una  barra orizzontale a protezione, si pensa, dei motociclisti. Poco più avanti la barriera sembra come capovolta; la barra è nella parte superiore e dalle parti di Campeglio, la barra superiore è stranamente molto alta, forse a maggiore protezione per via della scarpata che in quel tratto è a strapiombo sul torrente Bogna. 

In località Fonti, per un breve tratto esiste ancora la vecchia barriera in ferro, con l'aggiunta di tavoloni che impediscono alla neve, spinta dallo spazzaneve, di sbordare dalla careggiata e danneggiare la proprietà privata. Si prosegue e troviamo ancora la barriera con il corrimano superiore e poi la stessa barriera con un cordolo di cemento a quota strada per impedire all’acqua superficiale di entrare nel fondo privato e creare quei temuti e conosciuti danni che in valle hanno originato disastri e morte. Più avanti la barriera, simile alla precedente, ha in aggiunta doppi montanti  metallici verticali a media altezza.

Poco più sopra due tipologie diverse di barriera si incontrano passandosi il testimone come fossero atleti in corsa. E si va ancora su ed incontriamo di nuovo la vecchia ringhiera in ferro arrugginito, purtroppo non sempre integra. Per un tratto si vede il guardrail nuovo davanti con dietro ancora i vecchi montanti verticali in ferro della precedente barriera. La strada provinciale termina a San Lorenzo e dopo circa 11 km, non rimane che fare una veloce rassegna di tutti i tipi di barriera che si sono incontrati. Possiamo concludere e dire che la strada della valle Bognanco, pur avendo un carosello di tipologie di barriere, se raffrontata con le altre vallate,  non è proprio da buttare. Anzi. Rimane solo da decidere quale tipologia di guardrail sarebbe meglio utilizzare. Nel merito possiamo dare un aiuto; dopo una breve e simpatica indagine, che va a braccetto con questo periodo di carnevale; alla maggior parte dei bognanchesi, piace di più il guardrail in testa all'articolo.

 

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO


Miscellaneo

Chi è online

Abbiamo 273 visitatori e nessun utente online