Incontro: "un sentiero per amico"

In un clima decisamente pre-natalizio, si è svolto domenica 21 dicembre nella sala ristorante Yolki Palki, l’incontro “ Un sentiero per amico” promosso dal Comitato Alta Valle.

Qualche assenza di troppo forse, giustificata  anche dal periodo di feste, ma bilanciata dall’ingresso di nuovi amici dei sentieri che fanno ben sperare per  la salute  della rete escursionistica della valle Bognanco. Il coordinatore bognanchese Carlo Grossi, ha evidenziato l’importanza di ripristinare un tratto della vecchia mulattiera, che da San Lorenzo (località Croce) sale a Narine, Luzzac e si collega a Vercengio, consentendo così agli escursionisti, di arrivare a San Bernardo a piedi, senza percorrere la strada asfaltata. Giancarlo Galletti, ha portato l’attenzione ai presenti, sulla cattiva condizione del sentiero, San Bernardo -  Ridorosso - Gattascosa. “E’ sicuramente il sentiero più frequentato della valle - ha detto Giancarlo - ed è in condizioni pietose. Occorre assolutamente sistemarlo”. Ampia condivisione fra tutti sul fatto di dover intervenire. “Anche nell’interesse del gestore del rifugio”ha voluto puntualizzare qualcuno.


Un altro intervento necessario, ha detto Giuseppe Bussoni, è il ripristino del ponte in  legno sul Bogna, nel tratto  Pianezza - Agrosa. La valanga lo ha distrutto e non sembra esserci altra soluzione che ricostruirlo nello stesso punto. Qualcuno però  espone una diversa soluzione che è quella di posizionare dei tubi in ferro sul greto del torrente e passarci sopra a piedi, come  fanno in Svizzera.  Felice Darioli, in rappresentanza del gruppo Soccorso Alpino, annuncia l’intenzione di riaprire quel tratto di sentiero che dall’Alpe Agrosa, rimanendo in quota, porta in direzione del Fornalino. “Un passaggio molto importante - ha detto Felice - per non dover scendere fino al Bogna e poi risalire; anche per i casi di  interventi di Soccorso”.

Per ultimo,  nell’annunciare i prossimi eventi sportivi di corsa in montagna (Sky Race 2015 e km Verticale) è emerso che verrà sistemato per bene, il sentiero che da Graniga, sale alla Gomba e arriva all’Alpe Dente.

Presenti all’incontro rappresentanti del Cai,  il sindaco di Bognanco Remigio Mancini che ha manifestato interesse per questa iniziativa di volontariato  e Renato Boschi,  coordinatore della rete sentieristica provinciale che ha presentato gli ultimi due opuscoli della Provincia che sono le vie storiche e gli itinerari transfrontalieri.

 

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO


 

Mappe dei sentieri

Manifestazioni

Febbraio 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28

Miscellaneo

Chi è online

Abbiamo 99 visitatori e nessun utente online