BOGNANCO

Nell’ultimo consiglio comunale, si è parlato, fra le varie cose, del destino dell’ex Grande Albergo Fonti & Milano. Un destino che sta molto a cuore ai bognanchesi, perché per quasi un secolo è stato l’immagine, lo stile e l’eleganza di Bognanco e forse – purtroppo – lo è anche oggi, con i suoi diciottomila metri cubi di degrado e di abbandono.
Da questa estate, l’immobile è di proprietà comunale, grazie alla donazione del commissario liquidatore del fallimento della società Bognanco srl ed un gruppo di consiglieri comunali (Mottini, Giovangrandi, Iacazzi e Galletti), hanno ricevuto l’incarico di valutare e studiare quale potrà essere la migliore destinazione d’uso per questa struttura, nella Bognanco che verrà.
L’albergo, fu inaugurato il 10 luglio 1909, dopo appena due anni di lavori, dall’avvocato Emilio Cavallini.
Durante gli scavi, si scoprì – e non per caso - una grande sorgente di acqua minerale che il Cavallini chiamò “Emilia”. L’avvocato aveva già realizzato anni prima e venduto alla Società Acque e Terme  il Kurhaus  denominato poi Grand Hotel Terme e terminati i lavori del nuovo e grandioso Albergo Fonti & Milano, propose ai suoi ospiti  di servirsi della nuova sorgente, appena scoperta, ma venne immediatamente ostacolato, con ogni mezzo, dalla  potente Società Acque e Terme al punto che, scoraggiato, decise di vendere alla stessa Società anche questo suo secondo albergo e qualche anno dopo, e precisamente nel 1912,  gli cedette anche la villa che aveva costruito, per sé, lì vicino.
La Società, divenne così proprietaria di tutti gli immobili attorno alla sorgente “Emilia”,  che di fatto però non venne mai sfruttata, forse perché decentrata ed a quota inferiore, rispetto alle altre, o forse per qualche altro motivo che nessuno ha mai potuto conoscere. Fatto è che, molto probabilmente, in qualche profondo cunicolo sotto l’albergo Milano, c’è ancora oggi, una enorme quantità d’acqua minerale,  che scorre  da oltre un secolo e finisce,  da qualche parte e senza gloria, nel torrente Bogna.

 

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO


Miscellaneo

Chi è online

Abbiamo 164 visitatori e nessun utente online