BOGNANCO

Giovani e sportLa settimana scorsa, trenta giovani atleti della squadra provinciale di sci di fondo, hanno soggiornato all’Alpe Gomba in valle Bognanco, per un breve ritiro in preparazione alla imminente stagione invernale.

A seguirli tre  allenatori ed ex atleti; Mauro Mancini S.C. Antigorio, Giampiero Amodei S.C. Vigezzo e Adriano Darioli, collaboratore del progetto “Ski College” promosso dall’Istituto (ITIS)  Marconi di Domodossola.

«Ai ragazzi giova molto stare in gruppo,  ha detto Mauro Mancini. Imparano a confrontarsi ed a comportarsi con gli altri. Servirebbero altre uscite così – conclude Mancini e speriamo di poter nuovamente inserire a breve nel Comitato Regionale Alpi Centrali qualche nuovo giovane atleta della categoria Aspiranti».

Molto soddisfatti anche Giampiero Amodei e Adriano Darioli di questo mini ritiro in Alta valle Bognanco. « Abbiamo voluto che i genitori dei ragazzi fossero presenti al pranzo finale dei saluti, perché è importante che le famiglie vedano e constatino di persona come e dove vengono svolti gli incontri e gli allenamenti. Siamo certi che nel 2014 cinque o sei ragazzi, entreranno a far parte del circuito regionale».

Lo sci di fondo è uno sport che richiede fatica e forse è un po’ anche  questo il motivo per cui i giovani che si cimentano in questa dura disciplina sportiva, provengono quasi esclusivamente dalle valli ossolane. Ragazzi forti e determinati che hanno conosciuto ed imparato il valore della fatica, come quello ad esempio, molto semplice,  di vivere in montagna.

Investire sui ragazzi che vogliono fare sport è una cosa assolutamente  da fare. Oggi purtroppo questo compito è affidato, anzi è rifilato principalmente alle famiglie, mentre, tutto il sistema dovrebbe occuparsi di trovare le risorse necessarie per avviare la gioventù allo sport. Le locali associazioni sportive, sono animate da grandi entusiasmi dei volontari, ed alcune ditte del territorio, donano dei contributi, seppur questa crisi generale  che stiamo vivendo, imporrebbe di evitarli, in quanto conoscono la serietà e l’affidabilità dei dirigenti sportivi locali. Se solo una  piccolissima parte dei fondi che vediamo sprecare, da parte di politici - ai vari livelli – venissero impiegati per far crescere il mondo sportivo sano e ripeto “sano”. Forse ci ritroveremmo un domani con una società migliore…

 

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO


Miscellaneo

Chi è online

Abbiamo 349 visitatori e nessun utente online