Festa all'Alpe Gomba

 

BOGNANCO

Domenica 27 maggio il gruppo alpini di Bognanco, organizza la tradizionale festa di inizio estate all’Alpe Gomba (1250 m. s.l.m.) Il programma prevede alle ore 9 inizio quadrangolare di  calcio alla memoria di Erika Bottini; ore 12 distribuzione minestrone e grigliata mista; ore 14,30 finale 3° e 4° posto; ore 15,30 finalissima torneo di calcio. Nel pomeriggio sarà presente il Corpo Musicale S. Cecilia di Bognanco e durante tutta la giornata funzionerà un ottimo e fornito posto di  ristoro, negli spazi accuratamente  realizzati e predisposti per la somministrazione di cibi e bevande, a cura del gruppo alpini bognanchese.
Nelle locandine affisse sui muri per annunciare la manifestazione, è scritto: “Festa alla Gomba in memoria della Associazione Combattenti e Reduci”. Ho chiuso gli occhi e pensato a quelle parole  scritte: “In memoria della Associazione Combattenti e Reduci” e mi sono passate nella  mente quelle feste organizzate alla Gomba dagli ex combattenti, subito dopo l’ultima guerra,  con il minestrone nei pentoloni ed il caffè pomeridiano, quando  ancora non c’era la strada carrozzabile ed alla Gomba ci arrivavi solo a piedi. Ho sfogliato dei vecchi articoli di giornali, per cercare un po’ di storia e mi sono soffermato sulla notizia che alla Gomba veniva inaugurata la Capanna Carmencita, dei coniugi Dante Mancini ed Adele; era il 22 maggio 1960 e la festa di quell’anno alla Gomba venne fatta la domenica successiva, ovvero il 29 maggio ed il programma, val la pena di citarlo, era questo: “ore 11,30 a San Lorenzo, omaggio di fiori al monumento dei caduti, indi partenza per la Gomba dove alle 12,30 verrà distribuito il minestrone, alle 16, giochi sportivi, tiro  alla fune, corsa degli asini, corsa nei sacchi, corsa podistica, corsa con le uova; alle 17,30 distribuzione caffè; un premio speciale verrà riconosciuto alla donna e uomo più anziani”.

Il tempo scorre, alla Gomba forse qualcosa è cambiato da quel lontano  mese di maggio 1960, ma una cosa, grazie al gruppo alpini di Bognanco, di certo è rimasta; l’idea di continuare una festa, nel ricordo di chi ci ha preceduto.

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO

 


Miscellaneo

Chi è online

Abbiamo 123 visitatori e nessun utente online