BOGNANCO

carnevale_2011_thIn Ossola, le tradizioni sono un punto forte della vita culturale nei paesi. A Bognanco, da sempre si  porta avanti la tradizione del carnevale e da sempre i volontari del comitato preparano la classica e buona polenta nei grandi pentoloni di rame, accompagnata dai  gustosissimi salamini; da sempre la banda suona e porta allegria e, non da sempre, ma comunque da 32 anni, esce il giornalino satirico l’Aricocul ad Bugnanc.
Domenica nella piazza di San Lorenzo, si celebravano tutte queste tradizioni. Girava in piazza  il personaggio che interpretava l’Aricocul e c’erano anche le maschere;   c’era addirittura un gruppo con favolosi costumi della provincia di Varese: “La corte di Re Scartozz di Gavirate”. C’era tutto insomma e non mancava proprio niente. Anzi a dire il vero, qualcosa mancava. Bastava guardarsi attorno per capire che mancava la gente!

Sarà stato il freddo, la giornata un po’ così così, la concomitanza con altre  importanti manifestazioni, o semplicemente l’inesorabile calo della popolazione, fatto sta che la piazza di San Lorenzo, allestita come sempre a festa per il carnevale, era quasi vuota.

«Martedì 8 marzo, alle ore 19 ci sarà la distribuzione della trippa a Bognanco Fonti – hanno detto quelli del comitato – e speriamo che ci sia più partecipazione. Poi faremo un incontro,  aperto a tutta la popolazione e chiederemo se qualcuno vorrà  far parte del comitato di Carnevale, portando  nuove idee  e nuovi entusiasmi».

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO

 


Miscellaneo

Chi è online

Abbiamo 151 visitatori e nessun utente online