Don Davide Busoni

“Un dono della valle per la chiesa nel mondo”. Così era scritto domenica sullo striscione posto all’entrata del paese, dove don Davide, ha fatto ingresso sulla piazza di San Lorenzo. Ad accompagnarlo, il Corpo Musicale S. Cecilia, parenti e amici, compreso i numerosi partecipanti all’incontro delle genti di Antrona e Bognanco, avvenuto lo stesso giorno al Passo Fornalino (2345 m.s.l.m.). Un incontro che da sempre unisce i due popoli nel segno dell’amicizia e della fraternità.

Il nuovo consiglio

Un consiglio comunale composto da una maggioranza femminile, si è insediato lunedì alla presenza di un folto pubblico. Dopo i ringraziamenti di rito da parte del nuovo sindaco, circa la vecchia amministrazione, si è passati all’ordine del giorno.

La Giunta

Dopo il giuramento e la conferma della Giunta già dichiarata in precedenza e che vede quale vice sindaco Davide Bonacci e assessore Fabrizio Maccagno.

XX Edizione de "L'abbuffata"

La ventesima edizione dell’abbuffata, organizzata dalla pro loco, con le sue novità e le nuove proposte, ha fatto centro. La partenza con l’aperitivo alle 18 e 30 dal Camping Village Yolki Palki della Gomba, il punto più in alto, ha incoraggiato i molti partecipanti a seguire poi a piedi il sentiero in discesa ed arrivare al ristorante Da Cecilia di Graniga dove venivano distribuite le lasagne affumicate. Da qui è stato uno scherzo arrivare, sempre a piedi a San Lorenzo per gustare il tapeluco con la polenta del ristorante Rossi ed i formaggi della azienda agricola Della Piazza.

Il servizio navetta ha collegato la parte alta della valle con Bognanco Fonti, ma in molti hanno scelto, per non perdere tempo, di farsela a piedi lungo il sentiero Stockalper, perfettamente segnalato, grazie ai volontari del CAI di Domodossola e del progetto “Un sentiero per amico” di Bognanco. All’albergo Regina lo chef aveva preparato un semplice piatto tradizionale con patate e salamini; una vera bontà. La grande sorpresa però di quest’anno è stata la degustazione di alcune bevande specialissime proposte dalla famiglia di Dmitri Shkrunin, che sta riorganizzando l’apertura dell’albergo Ristorante Croce Bianca, con pizzeria e birrificio annesso.

Bognanco "Comune fiorito"

Se anche il sole farà la sua parte, la valle Bognanco, quest’anno sarà straordinariamente fiorita. Il comune di Bognanco, ha infatti aderito al concorso nazionale “ Comune fiorito”, promosso dall’Asproflor, in collaborazione con il Distretto Turistico dei Laghi e valli dell’Ossola ed all’iniziativa, hanno aderito con i loro antichi lavatoi, le borgate di Graniga, Croce, San Lorenzo, Bacinasco, Bacinasco, Boco, Camisanca, Pizzanco, Fonti, Messasca, Pioi, Torno e Bei, le strutture ricettive: Camping Village Yolki Palki, Albergo Da Cecilia, Albergo Regina, Parco delle Terme ed in più molti privati in tutta la valle e precisamente, alla Croce: Enrica Giovannone - Valentini, a San Lorenzo: Gianfranco Mosoni, Walter Allegrini, e Cinzia Rampoldi, a Boco: Silvia Pellanda, a Pizzanco: Wanda Carnielli, a Fonti: Gisella Giovannone, Teresina Bragoni – Iacazzi, e Alessandra Tino, a Campeglio: Ausilio Vescio e per finire, all’alpe Barca: Roberto Mingozzi.

immigrati

Lunedì sera, tornando a casa i bognanchesi hanno notato uno striscione alla curva prima di San Lorenzo con scritto a caratteri cubitali: “NO AGLI IMMIGRATI”.

Qualche cosa lo avevano già detto in televisione ed in valle si rumoreggiava sull’argomento, ma il pensiero andava tranquillo a quel famoso incontro del 12 agosto dove tutta la popolazione aveva manifestato contrarietà ad accettare immigrati in paese, fatto salvo per un piccolo spiraglio della associazione turistica in valle Bognanco che aveva dichiarato un “NI” per accogliere - nel caso - una famiglia composta da padre, madre e uno, due, massimo tre bambini, nel pieno rispetto della legge e della ospitalità che da sempre caratterizza la valle Bognanco ad accogliere turisti e viandanti. NO quindi assoluto ad accogliere immigrati per vederli poi a vagabondare per le vie del paese con telefonino in mano senza una meta.

I programmi dei due candidati sindaco Failla e Valentini

Mancano dieci giorni alle elezioni e Bognanco è in piena campagna elettorale. Venerdì scorso la squadra del candidato Failla ha incontrato la popolazione al centro polifunzionale di Bognanco Fonti e la prima cosa che è emersa è l’assoluta volontà di mantenere autonomo il comune di Bognanco. Al punto 1) del programma amministrativo si legge testualmente: Ci adopereremo con tutte le nostre potenzialità per fare in modo che il comune di Bognanco mantenga la sua indipendenza!

Ma vediamo nel riassunto gli undici punti del programma:

Miscellaneo

Chi è online

Abbiamo 106 visitatori e nessun utente online