Bruno Maccagno

Se lo aspettavamo tutti  che il mitico  Bruno Maccagno avrebbe smesso di vivere. Prima o poi. E Bruno era arrivato al traguardo. Dopo anni di tribolazioni è morto di vecchiaia o semplicemente perché  ha smesso di respirare. Dieci anni con la badante che lo ha seguito giorno e notte. A volte lo si incontrava seduto sulla panchina della piazza o davanti alla chiesa. A volte lo si vedeva  fare quattro passi sorretto  dalla affezionata Maria. Attraversava la piazza e beveva l’acqua alla fontana. Era la sua medicina diceva, così come diceva che un bicchiere di vino a pasto faceva solo bene. Aveva le mani grosse, quelle del gran lavoratore, ma era gentile  ed  aveva un cuore grande come una casa. Come la sua casa, che non chiudeva mai a chiave ed era sempre aperta a tutti. Per anni lavorò giù nello stabilimento delle acque minerali  come manutentore tutto fare  e non c’era macchinario che non funzionasse dopo il suo appassionato intervento. Ma anche su a San Lorenzo faceva miracoli… “ Bruno non hai mica una chiave del 18?”

Paola Varano convocata in nazionale

Paola VaranoPaola Varano, classe 1998,  in forza al Gruppo Sportivo di Bognanco, è stata convocata in Nazionale di corsa in montagna per i Campionati Europei svoltisi in Slovenia e poi ancora convocata per le selezioni a Premana (Lecco) per  Mondiali dove, arrivando seconda al traguardo,  ha conquistato il diritto di partecipare ai Campionati del Mondo che si svolgeranno sempre a Premana il 30 luglio 2017.

«Per Paola non è una sorpresa – dice con soddisfazione Franco Charbonnier presidente del G.S. Bognanco e allenatore dei ragazzi – aveva già fatto diverse gare con risultati eccellenti nelle categorie giovanili e oggi è chiamata a correre insieme alle  junior più forti del mondo».

Paola Varano è molto forte, ma dove riesce a dare il meglio di se?

«Sicuramente in salita è fortissima – spiega il suo allenatore  Charbonnier – pensi che nel campionato europeo ha distaccato la campionessa italiana di oltre 1 minuto, aggiudicandosi così il diritto di gareggiare nelle prove mondiali».

Appuntamenti

Le domeniche d’estate non sono molte e le feste si concentrano e a volte si sovrappongono. A Bognanco la scorsa domenica ha visto diversi  appuntamenti importanti e molto seguiti dalla popolazione e dai numerosi villeggianti. La festa di Bei, il raduno dei motociclisti in Vespa, la festa al rifugio Alpe Laghetto gestito dal CAI di Arsago Seprio e la festa di Boco.  A tutte le feste non si poteva andare, ma c'è chi almeno a due c'è stato. Partiamo dalla mattina presto con la partenza della gara in salita Gomba – Alpe Laghetto.

6° Concorso letterario

Domenica scorsa Bognanco ha vissuto una giornata particolare. Nulla da bere… nulla da mangiare…ma  finalmente, come poche volte accade, qualcosa di bello,  da raccontare. Nello  splendido Padiglione Rubino all’interno del Parco termale, si è svolta la premiazione del 6° Concorso letterario. Un appuntamento annuale legato alla cultura ed alla  bellezza bognanchese che anche quest’anno ha visto la partecipazione di autori provenienti da tutta Italia.

La valle Bognanco si prepara alla Veia 2017

FOTO TEAM veia 2017 Sabato 8 all’Ossola Shopping Center di Crevoladossola il Team della Veia ha presentato l’International Veia Sky Race 2017 che si terrà nei giorni 25 – 26  e 27 agosto. A evidenziare questa nuova edizione, sono le numerose novità. Già sfogliando la rivista salta all’occhio una qualità di presentazione nelle immagini e nel contenuto e poi abbiamo il nome allargato a nuovi orizzonti ed uno slogan, “4000 peaks sky line” che è un  vero omaggio alle montagne che circondano la Veia.

Premio letterario a Bognanco Fonti

letteratura val bognanco Ritorna il Premio letterario a Bognanco Fonti.  Un premio che ricorda le prestigiose edizioni degli anni ’70 e che porta a Bognanco interesse e cultura. “Il  numero delle opere che riceviamo – dice la presidente del Premio Elisa Contardi – è sempre in crescita. I partecipanti ci scrivono da tutte le parti d’Italia e anche dall’estero”.

Il premio si articola in tre sezioni: poesia, narrativa e fotografia ed è sostenuto dagli albergatori della valle e dalla società acque minerali Bognanco. La giuria è composta, oltre che dalla presidente Contardi, dal critico  Giuseppe Possa, dalla dott.sa Monica Mancini e Ada Biancossi, lettrice delle opere vincitrici durante la cerimonia di premiazione.

Ogni anno viene assegnato anche un premio alla carriera e quest’anno viene riconosciuto come meritevole di questo premio, Renato Boschi, appassionato di storia alpina e profondo conoscitore del territorio ossolano per il quale ha scritto anche alcuni testi di itinerari escursionistici.

La premiazione delle sezioni narrativa e poesia, si effettuerà domenica 16 luglio  alle ore 14.30 presso il padiglione Rubino all’interno del Parco termale.

Al termine ci sarà la presentazione dei volumi sulla vita di Don Remigio Biancossi (1917 – 2003), che quest’anno ricorre il  centenario dalla nascita, a cura di Pier Franco Midali e Giuseppe Possa. Alle 18 si terrà la celebrazione della messa, presso l’oratorio di Bognanco Fonti, con la partecipazione della Corale S. Cecilia  di Bognanco e la Schola Gregoriana del Sacro Monte Calvario.

 

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO

 

Mappe dei sentieri

Manifestazioni

Chi è online

Abbiamo 180 visitatori e nessun utente online